Pagina inizialePagina iniziale

Ambiente
Circolo
Bertrand Russell
Economia
Filosofia
Siti internet
Politica
Religione
Scienza
Società
Storia
Cerca nel sito >  
powered by FreeFind

Circolo Russell di Treviso su Facebook
Cercaci in FB

Condividi: Ok Notizie Technorati Virgilio Facebook

QUANDO IL CLERO DETTAVA LE LEGGI

di Eripac

Molti cattolici difendono le gerarchie del clero senza conoscere nemmeno la storia recente del Vaticano. Questi signori dovrebbero leggere attentamente l’articolo di Gilberto Muraro "Diritto naturale della cellula sociale" pubblicato recentemente in un giornale locale. Per le gerarchie cattoliche la famiglia benedetta era quella in cui le donne erano proprietà dell’uomo (il padre e i fratelli prima e il marito poi). La giustizia, che seguiva le regole e la morale della Chiesa, puniva severamente l’adulterio della moglie, ma lasciava impunito l’adulterio del marito. Anche se era una società governata da monarchi illuminati i sudditi vivevano in un clima fortemente teocratico. Le ragazze madri non trovavano più marito e il loro "peccato" non sarebbe mai stato perdonato. I figli illegittimi erano "i figli della colpa", quindi erano cittadini di serie b disprezzati per tutta la vita dai benpensanti. Il divorzio era inconcepibile e i pochi coraggiosi che convivevano non sposati in chiesa, dovevano emigrare se volevano trovare un lavoro o iniziare un’attività.

Giuseppe Mazzini era accusato di voler sfasciare la famiglia perché credeva nella parità tra uomo e donna ed era accusato di voler sfasciare lo Stato perché predicava la democrazia.

Quanti cattolici oggi vorrebbero ritornare in questo passato controllato dal clero ?

Articolo inviato Delogu L. il giorno 15/05/2007 alle ore 20:08


Invia un commento


Scrivi 173 nel campo a lato (obbligatorio)



Testo del commento (max 2000 caratteri)

Scrivi un tuo nick (max 20 caratteri)


Anche per chi invia commenti è utile leggere la seguente pagina.



^torna su

© 2006 Circolo Bertrand Russell circolorussell.it

^torna su