Pagina inizialePagina iniziale

Ambiente
Circolo
Bertrand Russell
Economia
Filosofia
Siti internet
Politica
Religione
Scienza
Società
Storia
Cerca nel sito >  
powered by FreeFind

Circolo Russell di Treviso su Facebook
Cercaci in FB

Condividi: Ok Notizie Technorati Virgilio Facebook

UN DIO PRESENTE QUANDO SI TRATTA DI EMBRIONI

(ma assente quando muoiono i bambini)

di Eripac

La morte di un bambino a causa di gravi malattie depone a favore della bontà di Dio ? La risposta più logica è che il Creatore è totalmente indifferente ai nostri guai sulla terra. Infatti come si spiega un Dio molto presente quando si tratta di embrioni: "Chi uccide un embrione umano uccide una persona voluta da Dio" – dicono i teologi cattolici. Ma un Dio assente quando ci sono bambini che muoiono di cancro o di altre gravi malattie ? Inoltre resta anche da spiegare perché Dio vuole che si sviluppi l’ embrione di un bambino deforme o con gravi malattie genetiche.

Anche la figura di Satana è assurda. Se Dio è onnipotente e infinitamente buono come dicono i teologi, come mai permette l’esistenza di Satana ? O il Demonio è potente quanto Dio, quindi non può essere soppresso con facilità, oppure Dio potrebbe eliminarlo quando vuole ma non lo fa.

Nel primo caso Dio non è onnipotente, nel secondo caso la bontà di Dio è discutibile.

Anche i dieci Comandamenti sono farina del sacco di Mosè (cioè di un uomo come noi) e non possono essere ispirati da un Dio infinitamente buono. Come potrebbe mancare altrimenti un Comandamento che condanna la schiavitù ? E perché "ama il prossimo tuo come te stesso" è un comandamento aggiunto da Gesù ? Suo Padre onnisciente l’aveva dimenticato ?

Articolo inviato Delogu L. il giorno 27/04/2007 alle ore 09:41


Commenti

27/09/2010 21:04 - l'osservatore ha scritto:

lasciamo stare gli esempi di matematica per giustificare o spiegare la rivelazione di nuove verità da parte di cristo o altri; in effetti i primi a non credere in dio sono proprio i preti con i loro smifatti ed efferatezze(vedi quanti preti pedofili ci sono in giro a piede libero)

23/08/2007 22:54 - Che barba ha scritto:

E' vero, ai bambini si insegna anche della befana e di babbo natale. Poi però ad una certa età gli si spiega che erano fiabe utili per la loro crescita, non verità rivelate. Ai cristiani invece continuano a servire le solite baggianate da quando vanno al catechismo fino alla 'sacra' unzione. Coraggio, provate a crescere un pochettino, proprio come fanno quelli che imparano matematica e le altre scienze un po' più serie delle 'favolette' cattoliche.

23/08/2007 22:17 - olatus_rooc ha scritto:

Desidero confutare l'ultima argomentazione " i dieci comandamenti ", in cui si afferma che un dio perfetto ed infinitamente buono non avrebbe dovuto tralasciare alcuni comandamenti, e che Gesù non avrebbe dovuto "correggere" la dottrina aggiungendo l'undicesimo. Secondo quanto sostiene la Chiesa Romana infatti, il cammino che porta l'uomo alla Verità ( intesa in senso religioso) è progressivo, per evitare incomprensioni da parte dell'uomo (potremmo dire, facendo un paragone, che l'uomo e Dio sono come il bambino e lo studio della matematica, infatti ai bambini viene dapprima insegnato ad eseguire le quattro operazioni algebriche tra numeri positivi e che non si può sottrarre un numero più grande ad uno più piccolo, poi alle scuole medie gli si rivela l'esistenza dei numeri negativi che prima non avrebbe compreso. Analogamente il Dio cristiano si rivolge all'uomo tenendo conto della possibilità che ha di capirlo e dello sviluppo della società in cui vive. Così Cristo ha, nel giusto momento rivelato nuove verità, soppresso altre vecchie ,quando gli uomini potevano comprendere il perchè. E continua man mano a farlo tramite la Chiesa Universale.


Invia un commento


Scrivi 161 nel campo a lato (obbligatorio)



Testo del commento (max 2000 caratteri)

Scrivi un tuo nick (max 20 caratteri)


Anche per chi invia commenti è utile leggere la seguente pagina.



^torna su

© 2006 Circolo Bertrand Russell circolorussell.it

^torna su